La revisione dell’auto

Avere un’auto che funzione è fondamentale per potersi muovere in tutta sicurezza. Per questo periodicamente i mezzi a quattro ruote vanno controllati accuratamente per assicurarsi che nessun componente sia danneggiato o mal funzionante. Ecco, quindi, che si parla della revisione dell’auto. Questo esame del veicolo è obbligatorio e a stabilirlo è proprio il Codice della strada che prevede che tutti i veicoli a motore ed i loro rimorchi devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento. Nel Codice sono anche indicate le prescrizioni tecniche relative alle caratteristiche funzionali ed a quelle dei dispositivi di equipaggiamento che devono essere periodicamente controllate durante la revisione auto.

E voi, l’avete fatta la revisione dell’auto?

revisione dell'autoImportantissima è la manutenzione delle gomme. Ma non solo devono essere tenuti sotto controllo anche i sistemi equivalenti, la frenatura, i dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione, la limitazione della rumorosità e delle emissioni inquinanti. Ed è proprio per questo, per accertarsi che tutto funzioni alla perfezione che viene periodicamente effettuata la revisione dell’auto. Ma ogni quanto tempo va effettuata? La scadenza in realtà non è fissa e varia da uno a quattro anni in base al fatto se si tratta della prima dopo l’immatricolazione o una delle successive ed anche in base alla tipologia del veicolo.

La revisione dell’auto può essere effettuata in uno qualunque degli uffici della motorizzazione civile o presso le officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti. Cene sono circa 5000 in tutta Italia, basta cercare quello più vicino a voi. Per effettuare la procedura presso la motorizzazione civile bisogna compilare il modello MC 2100 in distribuzione presso gli uffici, allegare l’attestazione di versamento di € 45,00 sul c/c 9001 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici della motorizzazione civile) e prenotare la visita e prova del veicolo. Se, invece, si decide di portarla presso una delle officine autorizzate il costo è leggermente maggiore. In questo caso (indipendentemente dal tipo di veicolo) l’importo da sostenere è infatti pari a € 64,80 (IVA compresa), di cui € 10,80 per bollettino per diritti D.T.T.

Se dopo la revisione delle auto ci viene comunicato che l’esito è positivo, vi verrà rilasciata un’etichetta adesiva che riporta l’esito della revisione. Questa etichetta dovrà essere applicata sulla carta di circolazione negli spazi appositamente predisposti. Esiste la possibilità, però, che l’esito della revisione sia negativo. Se viene indicato il termine “ripetere” si devono effettuare le riparazioni degli impianti indicati come non funzionanti presso un meccanico di fiducia ed effettuare una nuova revisione delle auto entro un mese. Se viene invece indicato il termine “sospeso” si devono effettuare le opportune riparazioni e presentare una nuova richiesta di revisione delle auto per poter circolare.

Ma in cosa consiste la revisione dell’auto? Cos’è, in concreto, che viene controllato? Secondo il Codice della strada ecco cos’è sottoposto a revisione:

Dispositivi di frenatura

  • Freno di servizio

-          Stato meccanico

-          Efficienza

-          Equilibratura

-          Pompa a vuoto e compressore

  • Freno di soccorso

-     Stato meccanico

-     Efficienza

-     Equilibratura

  • Freno a mano

-     Stato meccanico

-     Efficienza

  • Freno di rimorchio o di semirimorchio

-     Stato meccanico – frenatura automatica

-     Efficienza

Sterzo e volante

  • Stato meccanico
  • Volante dello sterzo
  • Gioco dello sterzo

Visibilità

  • Campo di visibilità
  • Vetri
  • Retrovisore
  • Tergicristallo
  • Lavavetro

Luci, riflettori e circuito elettrico

  • Proiettori abbaglianti e anabbaglianti

-     Stato e funzionamento

-     Orientamento

-     Efficacia visiva

-     Commutazione

  • Luci di posizione e luci d’ingombro

-     Stato e funzionamento

-     Colore ed efficacia visiva

  • Luci di arresto

-     Stato e funzionamento

-     Colore ed efficacia visiva

  • Indicatori luminosi di direzione

-     Stato e funzionamento

-     Colore ed efficacia visiva

-     Commutazione

-     Frequenza di lampeggiamento

  • Proiettori fendinebbia anteriori e posteriori

-     Posizione

-     Stato e funzionamento

-     Colore ed efficacia visiva

  • Proiettori di retromarcia

-     Stato e funzionamento

-     Colore ed efficacia visiva

  • Dispositivo di illuminazione della targa posteriore
  • Catarifrangenti – Stato e colore
  • Spie
  • Collegamenti elettrici tra il veicolo trainante e il rimorchio o il Circuito elettrico semirimorchio

Assi, ruote, pneumatici e sospensioni

  • Assi
  • Ruote e pneumatici
  • Sospensioni

Telaio ed elementi fissati al telaio

  • Telaio o cassone ed elementi fissati al telaio

-     Stato generale Caratteristiche geometriche e stato del dispositivo posteriore di protezione autocarri

-     Tubi di scappamento

-     Serbatoi e tubi per carburante

-     Supporto della ruota di scorta

-     Dispositivo di accoppiamento dei veicoli trainanti, dei rimorchi, dei semirimorchi

  • Cabina e carrozzeria

-     Stato generale

-     Fissaggio

-     Porte e serrature

-     Pavimento

-     Sedile del conducente

-     Predellini

Altri equipaggiamenti

  • Cinture di sicurezza
  • Estintori
  • Serrature e dispositivi antifurto
  • Dispositivo plurifunzionale di soccorso
  • Triangolo di segnalazione
  • Cassetta di pronto soccorso
  • Pannelli flurorifrangenti posteriori
  • Cuneo (i) fermaruota
  • Avvisatore acustico
  • Tachimetro
  • Tachigrafo (presenza e sigillatura)

Effetti nocivi

  • Rumori
  • Gas di scappamento
  • Eliminazione dei disturbi radio

Controlli supplementari per i veicoli adibiti al trasporto pubblico di persone

  • Uscita(e) di sicurezza (compresi i martelli per infrangere i cristalli), targhette indicatrici della(e) uscita(e) di sicurezza
  • Riscaldamento
  • Sistema di aerazione
  • Disposizione dei sedili
  • Illuminazione interna

Identificazione del veicolo

  • Targa d’immatricolazione
  • Numero del telaio

revisione dell'autoRicordate: chiunque circoli con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 159 a euro 639. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste dalle disposizioni vigenti. L’organo accertatore annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. È consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi presso uno dei centri di revisione accreditati. Inoltre, nel caso in cui si circoli con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione, si può ricevere una sanzione amministrativa che comporta il pagamento di una somma da euro 1.842 a euro 7.369

I commenti sono chiusi.

Privacy: questo sito usa cookie. Leggi l'informativa per i dettagli. OK Privacy Policy