Neopatentati: le regole da seguire

Rientrano nella categoria dei neopatentati non solo i 18enni che hanno appena preso la patente, ma anche tutti coloro che ne hanno rinnovata una in seguito ad una revoca per infrazioni commesse al volante. L’inesperienza o atteggiamenti poco sicuri alla guida rendono questi soggetti più a rischio di incidenti. Per questo il codice della strada ha stabilito delle norme in fatto di limiti, prescrizioni, divieti per i neopatentati che vanno dalla durata dello status, fino ai limiti di velocità ed l’inasprimento delle sanzioni. Guidare non deve essere preso sotto gamba. Esistono norme che vanno rispettate per la propria sicurezza e per quella degli altri. Spesso lo studio e qualche guida con l’istruttore non bastano per conferire la dovuta dimestichezza e sicurezza la volante. Norme più rigide servono ad educare ad una guida più sicura.  Chi rientra nella categoria dei neopatentati? I seguenti soggetti:

  • chi consegue una nuova patente
  • il militare che converte la propria patente 
  • gli stranieri che convertono la patente estera in patente italiana
  • chi consegue la patente dopo la revoca, ma non nel caso in cui la stessa sia sanzione accessoria ex art. 219 CdS

Ma cosa stabilisce la legge? Quali sono le sanzioni a cui vanno incontro i neopatentati in caso di infrazione? Vediamole nel dettaglio.

La guida dei neopatentati e le sanzioni previste dalla legge

NeopatentatiLimiti

Chi ha appena preso la patente deve sapere che il neopatentato non può mettersi al volante di un’auto che abbia una potenza massima superiore a 70 kw (95 cavalli) o che abbia un rapporto peso-potenza superiore a 55 kw per tonnellata. Per calcolare la conversione da cavalli a kw basta moltiplicare il primo valore per 0,736. Per quanto riguarda il peso, si fa riferimento è quello della tara, considerata come la massa a vuoto più il peso del conducente (fissato nel valore standard di 75 kg) e 5 kg considerati tra la ruota di scorta e la benzina a bordo. Quindi, con queste regole, chiunque può calcolare se la propria auto rientra nel limite di quelle guidabili dal neopatentato nel primo anno dal conseguimento della patente. Inoltre, molto più facilmente, si può inserire il numero di targa del veicolo su Il Portale dell’automobilista, che restituirà il valore positivo o negativo. Ricordate, poi che i dati della massa del mezzo si possono trovare sul libretto di circolazione, riportata anche nel riquadro F2 come massa a pieno carico, dalla quale andrà sottratta la portata. Questo vale solo per il primo anno di patente, dopo il vincolo della potenza in rapporto alla massa, così come quello della potenza massima di 70 kw, decadono. Va comunque sottolineato che i limiti di potenza non si applicano ai veicoli per il trasporto di persone disabili, anche se alla guida c’è un neopatentato, solo nel caso in cui il disabile sia a bordo.

Velocità in autostrada
la normativa stabilisce delle restrizioni anche sui limiti di velocità. I neopatentati dovranno rispettare per i primi 3 anni il limite di velocità in autostrada, fissato in 100 km/h, e su strada extraurbana secondaria, dove non si potranno superare i 90 km/h. Violare i limiti di velocità, così come nel caso di guida al volante di un’auto non conforme per neopatentati, ha come conseguenza una multa tra i 160 e 641 euro, oltre alla sospensione della patente da 2 a 8 mesi, inflitta come sanzione accessoria. 

Bonus punti
Chi ha appena preso la patente si troverà con un punto oltre i 20 standard, dopo il primo anno senza incidenti, e un secondo l’anno seguente, sempre a condizione che la condotta sia stata irreprensibile. Se da una parte vengono premiati i neopatentati virtuosi, diventano più dure le sanzioni nei primi 3 anni per i meno rispettosi delle norme. Tutte le infrazioni hanno come conseguenza il raddoppio dei punti persi. È da tenere presente che a seguito di più infrazioni non si possano comunque sottrarre più di 15 punti in una sola volta, a meno che non si tratti di infrazioni che comportino anche la sospensione o revoca della patente. Nel caso, però, di singola contravvenzione alle norme, ad esempio da 8 punti, si può procedere al raddoppio e al superamento del limite dei 15 punti. Inoltre, una sospensione della patente nei primi tre anni di guida ha come conseguenza il prolungamento di un terzo del periodo ordinario, che cresce della metà se viene commessa una seconda violazione che abbia come conseguenza la sospensione.

NeopatentatiTolleranza zero per l’alcol
Guidare in stato d’ebbrezza è contro legge, a maggior ragione se alla guida dell’auto c’è un neopatentato. La legge ha previsto una linea dura e di tolleranza zero, la stessa imposta ai guidatori professionali, come i camionisti o gli autisti di autobus, e ai minori di 21 anni. Il tasso alcolemico nel sangue deve essere 0, ogni scostamento porta alla perdita di 5 punti e una multa di 155 euro, mentre oltre gli 0.5 g/l di alcol nel sangue è previsto un inasprimento delle sanzioni da un terzo alla metà di quelle previste. Il recupero dei punti per i neopatentati segue, invece, le norme ordinarie. È obbligatorio seguire i corsi se si arriva ad avere in patente un totale di punti inferiore a 15, viceversa, dopo due anni senza commettere infrazioni viene ricostituito il gruzzolo dei 20 punti originari.

I neopatentati e le motocilette
dal gennaio 2013 è entrata in vigore una normativa che prevede l’introduzione della patente A2 e della A3, che di fatto regolamenta quale moto si possa guidare, superando la precedente limitazione dei 25 kw. È comunque obbligatorio sostenere la prova pratica con moto con trasmissione manuale e non automatica, viceversa si potranno guidare moto esclusivamente provviste di cambio automatico. Il 18enne neopatentato nella categoria A2, potrà guidare moto con una potenza non superiore a 35 kw, dopo due anni potrà effettuare una ulteriore prova pratica, su moto con almeno 40 kw per essere abilitato alla guida di moto di qualsiasi potenza, con la patente A3. 

Il nostro paese è l’unico in Europa nel quale la legge ha previsto vincoli e limiti differenti tra chi ha la patente da più anni e chi, invece, è un neopatentato. 

I commenti sono chiusi.

Privacy: questo sito usa cookie. Leggi l'informativa per i dettagli. OK Privacy Policy