Manutenzione auto per l’inverno

L’inverno è iniziato da qualche tempo ma con la fine dell’anno le temperature iniziano davvero ad abbassarsi ed il freddo a farsi sentire. Il clima rigido può essere un serio problema per le automobili che risentono di temperature ai limiti dello 0 che rischiano di intaccare l’efficienza dei mezzi minacciandone il corretto funzionamento. Per questo motivo occorre effettuare un’adeguata manutenzione per preparare l’auto in questo periodo dell’anno. solo così sarà possibile poter contare su un mezzo funzionante e sicuro.

È sempre bene effettuare la manutenzione auto per l’inverno.

Manutenzione auto per l’invernoPrima ancora di mettere mano all’auto ricordate che le condizioni climatiche invernali mettono a dura prova anche i provetti automobilisti. Bisogna, quindi, tenere a mente alcune regole di guida quando ci si mette alla guida durante l’inverno, quando la neve ed il gelo rendono meno sicure le strade. Ecco cosa fare:

  • Nel caso si guidi in condizioni di manto stradale innevato mantenere sempre una distanza di sicurezza maggiore. La neve, infatti, non consente ai pneumatici una perfetta aderenza al suolo ed in caso di frenata l’auto potrebbe non reagire con la stessa prontezza di sempre.
  • Quando le temperature si avvicinano allo zero  le condizioni del fondo stradale possono mutare da un momento all’altro ed è bene non farsi cogliere impreparati.
  • Evitare frenate brusche ed improvvise quando la strada è ricoperta di ghiaccio, quindi, fate qualche prova per rendervi conto dello spazio di frenata di cui la vostra auto ha bisogno.
  • I ponti sono spesso coperti di ghiaccio e possono essere un punto della strada davvero pericoloso per questo è bene guidare con particolare cautela in questi punti.

Uno degli elementi fondamentali dell’auto da tenere sempre sotto controllo durante i mesi invernali sono i pneumatici. L’ideale sarebbe sostituire le gomme particolarmente consunte perché un asfalto bagnato, umido o addirittura gelato richiede dei pneumatici perfetti per una maggiore aderenza e per consentire una guida sicura e agevole. Un altro elemento a cui prestare attenzione è l’olio. Non basta accontentarsi del controllo di routine quando si fa il tagliando dell’auto. I livelli minimi dell’Olio devono essere tenuti sotto controllo regolare e, per i casi di temperature molto basse diventa imprescindibile l’utilizzo dei lubrificanti che evitano alla sostanza di ghiacciare.

Non vanno trascurate nemmeno le cinghie, i manicotti e le candele. Con un apposito check-up in vista della stagione fredda si può assicurare un’adeguata efficienza dell’auto. E la batteria? In molti, di sicuro, avranno vissuto l’esperienza di tentare invano di avviare l’automobile e che questa, dopo qualche borbottio, non ne abbia proprio voluto sapere di partire. Probabilmente il problema era la batteria. Con l’avvicinarsi della stagione invernale è bene mettere in conto un’eventuale sostituzione, poiché le batterie più usurate si scaricano con maggiore facilità soprattutto con il freddo. Infine i freni.

Come abbiamo detto, con neve e ghiaccio questa parte della vettura è messa a dura prova e deve sempre essere al massimo per permettere all’automobilista di guidare in tutta sicurezza. Le pastiglie, i dischi ed il livello del liquido frenante devono essere costantemente tenuti sotto controllo, in modo da consentire alla vettura di rispondere rapidamente ed efficacemente in caso di bisogno. Detto questo ricordate che in alcune tratte e, soprattutto, sulle auto strade vige l’obbligo delle catene da neve a bordo. Da ottobre a Pasqua è la regola per i pneumatici invernali. Usate sempre esclusivamente quattro pneumatici uguali con un battistrada di almeno 3-4 mm e controllate la pressione dopo il cambio dei pneumatici. Queste andranno montate sul mezzo in caso di neve e smontate quando il manto stradale risulta pulito.

Mai guidare su strada asciutta con le catene da neve, l’auto potrebbe risentirne negativamente. Oltre alle catene da neve, prima di mettervi su strada in condizioni critiche, è bene avere:

  • Cavi d’accensione
  • Scopino
  • Raschiaghiaccio
  • Antigelo per l’impianto di pulizia vetri
  • Sbrinatore per la serratura
  • Guanti caldi e impermeabili
  • Eventualmente, stuoia isolante per il parabrezza

Alcuni, per mantenere al meglio l’auto consigliano di stendere uno strato di cera sulla carrozzeria prima dell’arrivo dell’inverno. La cera, infatti, è in grado di proteggere la superficie dalla neve, dallo sporco e dal sale. L’auto avrà un aspetto migliore e la vernice sarà al sicuro. Ma come fare? Ecco alcuni passaggi per effettuare l’applicazione della cera al meglio:

  • Prima di mettere la cera, lavate accuratamente il veicolo anche il sottoscocca per eliminare residui di sale o sabbia.
  • Organizzatevi per questa operazione prima che inizi a nevicare o che la temperatura scenda al di sotto dei 12°C. In questa maniera è possibile proteggere la vernice e togliere la neve e il ghiaccio diventerà decisamente più semplice.

Manutenzione auto per l’invernoA questo punto passiamo al motore, parte fondamentale ed imprescindibile di un’automobile. Per consentirgli di resistere alle basse temperature che si raggiungono in inverno è bene sostituire il vecchio liquido refrigerante con dell’antigelo. La proporzione tra antigelo ed acqua deve essere quella corretta altrimenti il liquido refrigerante rischia di ghiacciare causando un surriscaldamento del motore e una potenziale esplosione delle guarnizioni. Le proporzioni sono di 50% di antigelo e 50% di acqua, questo dovrebbe andar bene per la maggior parte delle auto. In alcuni casi è opportuno aumentare la quantità di antigelo fino al 60%. Ricordate, però, che esistono delle soluzioni già preparate che si posso acquistare in quasi tutte le stazioni di servizio.

Prese tutte le precauzioni necessarie per intraprendere un viaggio in totale sicurezza, gli inconvenienti sono comunque dietro l’angolo e il rischio di rimanere bloccati non è del tutto sventato. Ecco, quindi, che diventa fondamentale sapere cosa fare in questi casi. Per prima cosa si sconsiglia vivamente di lasciare l’auto, salvo nei casi in cui si sappia esattamente dove ci si trova e quanto occorre camminare per trovare aiuto. Con l’auto in panne e con le temperature esterne che rasentano lo zero è necessario mantenersi al caldo il più possibile e indossare tutti gli abiti e coperte che si hanno a disposizione. Se il problema della sosta forzata non è il carburante e se se ne ha a sufficienza nel serbatoio si consiglia di accendere il riscaldamento per 10 minuti ogni ora per alzare la temperatura dell’abitacolo. Prima di farlo, però, assicuratevi che il tubo di scappamento non sia ostruito.

In attesa degli aiuti che avrete tempestivamente chiamato appena accorti dell’impossibilità di proseguire con l’auto,  è opportuno mantenere leggermente aperto un finestrino per evitare che il ghiaccio o la neve sigillino l’auto anche se fuori fa molto freddo, basteranno pochi centimetri per essere sicuri di poter uscire dal mezzo con relativa facilità. Infine se l’attesa dovesse prolungarsi mangiare e bere diventa fondamentale. L’acqua aiuta a mantenersi idratati. In casi estremi è possibile ricorrere anche alla neve. A questo punto non resta che attendere i soccorsi che, di sicuro, non tarderanno ad arrivare.

I commenti sono chiusi.

Privacy: questo sito usa cookie. Leggi l'informativa per i dettagli. OK Privacy Policy